Tu sei qui

Avvisi

SI COMUNICA CHE DAL 01/03/2018 GLI UFFICI FORNIRANNO SOLO INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE SULLE VARIE NORMATIVE CHE DISCIPLINANO LE ATTIVITA’ REGOLAMENTATE E NON EFFETTUERANNO ALCUN TIPO DI VALUTAZIONE PREVENTIVA DEI REQUISITI.

 

PROROGA TERMINE PER LA REGOLARIZZAZIONE ATTIVITA' DI MECCATRONICA

A seguito dell’entrata in vigore dal 1° gennaio 2018 della Legge 2015 del 27/12/2017 - Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020 - le imprese abilitate solo ad una delle attività di meccanica-motoristica e/o elettrauto ed iscritte con tale abilitazione al Registro Imprese o nell'Albo delle imprese artigiane, dovranno regolarizzarsi ed iscriversi nella sezione della Meccatronica entro dieci anni, e non più cinque, dall'entrata in vigore della L. 224/2012, e, quindi, entro il 4.1.2023 (anziché entro il 4.1.2018).

 

 

In questa sezione sono contenute le informazioni relative a:

  • le attività soggette a segnalazione certificata di inizio attività, per le quali la competenza è stata attribuita ai SUAP comunali (facchinaggio, pulizie, autotrasporto, impiantistica), per le quali l'Ente Camerale procede alla verifica dei requisiti necessari allo svolgimento delle stesse;
  • le attività soggette a segnalazione certificata di inizio attività, per le quali la competenza è ancora in capo alla CCIAA( agenti di affari in mediazione, agenti e rappresentanti di commercio, spedizionieri, raccomandatari marittimi), per le quali l'Ente Camerale procede alla verifica dei requisiti necessari allo svolgimento delle stesse;
  • le attività soggette a semplice comunicazione (commercio all'ingrosso);
  • il Ruolo dei Periti ed Esperti.

Le segnalazioni certificate di inizio sono disciplinate dall'articolo 19 della legge 241 del 1990 e successive modificazioni.

L'ufficio Registro Imprese, ai sensi dell'art. 19 c. 3 della L. 241/1990, in caso di accertata carenza dei requisiti entro 60 giorni dal ricevimento della segnalazione, può adottare provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa, salvo che, ove ciò sia possibile, l'interessato provveda a "conformarsi" entro il termine di trenta giorni.

 

Ti è stata utile questa pagina?

Contenuto aggiornato al: 16 Aprile 2018