Tu sei qui

Avvisi

Il 07 settembre 2016 è stato avviato il procedimento di cancellazione d'ufficio delle PEC iscritte nel Registro delle imprese che risultano non attive. Per ulteriori informazioni in merito consulta la pagina Cancellazioni d'ufficio.

Iscrizione dell’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC)

La Posta Elettronica Certificata (PEC) è un sistema di posta elettronica nel quale è fornita al mittente documentazione elettronica, con valenza legale, attestante l'invio e la consegna di documenti informatici.
"Certificare" l'invio e la ricezione di documenti informatici, significa fornire al mittente, dal proprio gestore di posta, una ricevuta che costituisca prova legale dell'avvenuta spedizione del messaggio e dell'eventuale allegata documentazione.
Allo stesso modo, quando il messaggio perviene al destinatario il gestore invia al mittente la ricevuta di avvenuta consegna con precisa indicazione temporale di ricezione.
Per richiedere una Casella di Posta Elettronica Certificata è necessario rivolgersi a un gestore abilitato iscritto nell'elenco pubblicato sul sito di Agenzia per l'Italia digitale www.agid.gov.it.

Le pratiche inerenti comunicazioni o variazioni della PEC al Registro Imprese costituiscono adempimento gratuito.

SOCIETA’
Le società hanno l'obbligo di indicare il proprio indirizzo di Posta Elettronica Certificata (P.E.C.) nella domanda di iscrizione al Registro delle Imprese (art. 16, comma 6, del D.L. 29.11.2008 n. 185). In mancanza l’iscrizione non potrà essere eseguita. La domanda incompleta sarà quindi sospesa e passibile di rifiuto con provvedimento del Conservatore.
Le società già iscritte al 29.11.08 che non hanno comunicato l'indirizzo P.E.C. al Registro Imprese entro il 29 novembre 2011 sono assoggettate ad una sanzione amministrativa ex art. 2630 c.c.
La comunicazione della PEC da parte delle imprese già iscritte può essere effettuata anche contestualmente alla presentazione di una pratica di modifica.


IMPRESE INDIVIDUALI
Il D.L. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con legge 17 dicembre 2012, n. 221, all’art. 5 ha esteso alle imprese individuali l'obbligo di iscrizione della P.E.C. nel Registro Imprese, già previsto per le società. Le imprese individuali in sede di prima iscrizione al registro imprese o all'albo delle imprese artigiane hanno l'obbligo di comunicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata. In mancanza l’iscrizione non potrà essere eseguita. La domanda incompleta sarà quindi sospesa e passibile di rifiuto con provvedimento del Conservatore.
Le imprese individuali già iscritte e attive, non soggette a procedura concorsuale, hanno avuto tempo fino al 30 giugno 2013 per comunicare il proprio indirizzo di PEC. Attualmente, una domanda di iscrizione da parte di un'impresa individuale, iscritta anteriormente a tale data, che non ha provveduto a comunicare il proprio indirizzo PEC entro il 30 giugno 2013è soggetta ad una sanzione pecuniaria.

Caratteristiche della Pec

 La casella Pec da iscrivere al Registro Imprese deve essere:

  • attiva;
  • unica: non deve risultare assegnata ad altro soggetto;
  • univoca: non deve essere riferibile ad altri soggetti che non siano l'impresa o la società; ne deriva che non sono legittimamente iscrivibili gli indirizzi Pec di professionisti, studi di consulenza, associazioni di categoria messi a disposizione di uno o più clienti;
  • nella titolarità esclusiva dell'impresa/società che la iscrive; presuppone un contratto di assegnazione tra il gestore e l'impresa/società.

Garanzie

L'utilizzo della casella di posta certificata garantisce:

  • sicurezza del sistema : la posta è custodita in ambiente protetto e il sistema garantisce un'elevata disponibilità e affidabilità del servizio;
  • sicurezza degli accessi : il titolare di posta certificata su web accede utilizzando il certificato di autenticazione ospitato sulla carta nazionale dei servizi;
  • sicurezza del messaggio : l'accesso alle caselle di posta Legalmail avviene tramite protocollo sicuro. Il messaggio può essere firmato utilizzando il certificato di autenticazione del mittente a garanzia della sua identità e dell'integrità del messaggio stesso; se il destinatario del messaggio possiede un certificato digitale è possibile crittografare il messaggio garantendo la riservatezza della comunicazione;
  • sicurezza del recapito : la posta certificata ne garantisce la consegna. Il mittente riceve dal proprio server una prima ricevuta di accettazione con attestazione temporale (come un timbro postale). Poi riceve dal server destinatario una ricevuta di consegna del messaggio nella casella di arrivo, comprensiva di attestazione temporale. Il mittente ottiene, con la ricevuta di avvenuta consegna, un'attestazione su tutto il contenuto inviato nel messaggio;
  • tracciabilità nel tempo: tutte le operazioni vengono registrate e conservate nel tempo.
Vantaggi

I vantaggi della posta elettronica certificata (PEC):

  • accesso sicuro alla propria casella di posta elettronica da una postazione collegata ad Internet;
  • possibilità di firmare e crittografare un messaggio utilizzando l'interfaccia web;
  • possibilità di ottenere le ricevute di accettazione e di consegna che forniscono le attestazioni del momento di invio e di consegna unitamente al contenuto del messaggio consegnato;
  • possibilità di utilizzare la posta certificata nei rapporti ufficiali con le Pubbliche amministrazioni e con gli altri soggetti che dispongono di posta certificata;
  • possibilità di sostituire alle comunicazioni ufficiali cartacee uno strumento sicuro ed efficiente soprattutto all'interno di organizzazioni articolate.

Ti è stata utile questa pagina?

Contenuto aggiornato al: 07 Settembre 2016

Per informazioni

Ufficio Registro Imprese
III Piano - Corso Porta Nuova 96
Orari: 
Lun-Ven 8:45-12:15 Lun e Giov 15:00-16:30