Diritto Annuale

I rimborsi e le compensazioni dei versamenti del diritto annuale

 Compensazioni

In caso di erroneo versamentodi diritti annuali non dovuti il contribuente può direttamente provvedere a compensare in sede di versamento con F24, gli importi a credito per il diritto annuale vantati nei confronti della Camra di Commercio, co i debiti per:

il diritto annuale da versare alla stessa Camera di Commercio 

anche con qualsiasi altro tributo.

La compensazione consente così al contribuente di recuperare immediatamente, in sede di compilazione del successivo F24 il credito vantato.

La compensazione deve essere effettuata entro il perentorio termine di 24 mesi dal versamento.

Si evidenzia che è compensabile il solo versamento effettuatocon il codice tributo "3850" (tributo o tributo + interesse corrispettivo dello 0,40%).

I versamenti effettuati con il codice tributo "3851" e "3852" (interessi e sanzioni) non sono compensabili (risoluzione Agenzia Entrate n. 115/E del 23/05/03).

Come compilare il modello F24 per effettuare una compensazione

Indicare nella casella, del modello F24, "importi a credito versati", l'importo versato erroneamente od in eccedenza.

Indicare nella casella "importi a debito versati" l'importo per il quale si intende usufruire della compensazione.

Es: ho versato erroneamente nel 2010 a Verona anzichè a Vicenza l'importo di euro 230,00. Compilerò una nuova delega di pagamento, modello F24 indicando nella sezione ICI ed altri tributi --> "CODICE ENTE " VR --> CODICE TRIBUTO "3850" --> ANNO DI RIFERIMENTO "2010"--> IMPORTI A CREDITO VERSATI "230,00"

e nella riga sottostante : CODICE ENTE "VI" --> codice tributo "3850" --> ANNO DI RIFERIMENTO "2010" --> IMPORTI A DEBITO VERSATI "230,00".

Rimborsi

In alternativa si può presentare richiesta di rimborso alla camera di commercio entro 24 mesi dal versamento, a pena di decadenza, (D.M. n. 359/01, art. 10) compilando il modello di rimborso.

N.b.: l'ufficio si riserva di sospendere l'evasione delle richieste di rimborso presentate prive della necessaria documentazione od incomplete e di rigetttare le domande di rimborso presentate fuori termine.

Si fa inoltre presente che la CC ha facoltà di sospendere il pagamento di qualunque credito vantato dal contribuente nei confronti del medesimo ente se è stato notificato un atto di contestazione od irrogazione di sanzione anche se non definitivo, sino al momento in cui non intervenga la riscossione della somma risultante dall'atto di contestazione od irrogazione.

 
VERONAINNOVAZIONE
FATTURAZIONE ELETTRONICA
RINA UNI EN ISO 9001:2008
Certified Quality System
Certificato RINA n. 24060/99/S
Posta elettronica certificata Indirizzo di posta elettronica certificata
cciaa.verona@vr.legalmail.camcom.it

Sito ottimizzato in risoluzione 1024x768 e superiori

  • Valido XHTML 1.0 Strict
  • CSS Valido!
  • Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0