Agricoltura e Ambiente

Il D.M. 126 del 24/4/2014. Le principali novità.

  • Sistri facoltativo per i piccoli produttori iniziali di rifiuti pericolosi che non effettuano stoccaggio e non superano i 10 dipendenti e per le imprese agricole che, pur superando tale soglia, provvedono a gestire i propri rifiuti tramite un circuito organizzato di raccolta;
  • nuove regole per l'applicazione del Sistri a chi effettua trasporto intermodale di rifiuti;
  • pagamento contributo 2014 entro il 30 giugno (anzichè entro il 30 aprile).

Nuovi termini per l'operatività del SISTRI

Il D.L. 101 del 31 agosto 2013 ha ridefinito i termini previsti per l'avvio dell'operatività del SISTRI.


* Attivazione dal 1° ottobre 2013 per  gli enti o le imprese che raccolgono o trasportano rifiuti pericolosi a titolo professionale, o che effettuano operazioni di trattamento recupero, smaltimento, commercio o intermediazione di rifiuti pericolosi, inclusi i nuovi produttori;

I soggetti coinvolti nell’obbligo devono verificare entro il 30 settembre 2013 l’attualità dei dati e delle informazioni trasmesse al SISTRI e, in caso di necessità, provvedere a effettuare i dovuti aggiornamenti.

* Attivazione dal 3 marzo 2014  per i  produttori iniziali di rifiuti pericolosi al fine di consentire ulteriori semplificazioni, con possibilità di ulteriore proroga di sei mesi se a tale data le semplificazioni non saranno operative. Questi soggetti possono comunque utilizzare il SISTRI su base volontaria a decorrere dal 1° ottobre 2013.

I soggetti coinvolti nell’obbligo dal 3 marzo 2014 devono verificare entro il 28 febbraio 2014 l’attualità dei dati e delle informazioni trasmesse al SISTRI e, in caso di necessità, provvedere ad effettuare i dovuti aggiornamenti 

--> Le sanzioni per le violazioni di cui all’articolo 260-bis del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152 e successive modificazioni,limitatamente alle violazioni di cui al comma 3 quanto alle condotte di informazioni incomplete o inesatte, agli ulteriori obblighi di cui al comma 5, e a quelle di cui al comma 7 primo periodo (trasporto di rifiuti senza copia cartacea della scheda Sistri — Area movimentazione e, ove necessario richiesto senza copia del certificato analitico), commesse fino al 31 marzo 2014 dai soggetti per i quali il SISTRI è obbligatorio dal 1° ottobre 2013, e fino al 30 settembre 2014 dai soggetti per i quali il SISTRI è obbligatorio dal 3 marzo 2014, sono irrogate nel caso di più di tre violazioni nel medesimo rispettivo arco temporale.

NOTA IMPORTANTE
I soggetti rientranti nell’obbligo e non ancora iscritti devono effettuare l’iscrizione entro il termine di inizio dell'operatività di competenza.

Per tutte le necessità di supporto ed assistenza è possibile contattare il Contact Center SISTRI al numero verde 800 00 38 36 attivo dal lunedì al venerdì dalle 08:30 alle 17:30 ed il sabato dalle 08:30 alle 12:30 o inviare una mail all’indirizzo supportotecnico@sistri.it

  

Cos'è il SISTRI  - Sistema di tracciabilità dei rifiuti

Il D.M. del 17/12/2009, pubblicato nel supplemento ordinario della G.U. del 13/01/2010) ha istituito il sistema informatico di controllo della tracciabilità dei rifiuti( SISTRI) con l'obiettivo di SOSTITUIRE la gestione cartacea dei rifiuti, effettuata tramite formulari di identificazione e i registri di carico e scarico e abolire la presentazione del  MUD.

Ogni produttore e gestore di rifiuti tenuto all'iscrizione deve dotarsi di una chiavetta USB e su ogni automezzo, utilizzato per il trasporto dei rifiuti, va installato  un dispositivo elettronico di controllo definito black box.

In particolare le Camere di commercio provvedono alla consegna, previo appuntamento, del dispositivo USB, preventivamente configurato nonchè alla verifica dei dati anagrafici con quelli contenuti nel registro delle imprese.

Per l'iscrizione o per maggiori informazioni collegarsi al sito sistri.

Cosa fare:

I soggetti obbligati ad aderire al Sistri devono:

  1. iscriversi al sistema e versare il contributo annuale a SISTRI. 
  2. ritirare i dispositivi USB, previo appuntamento, presso la Camera di Commercio competente (la Camera di Commercio della provincia dove è ubicata la propria sede legale. Nel caso in cui l'operatore abbia anche una o più unità locali la consegna verrà effettuata presso la sede della camera di Commercio dove è ubicata ciascuna unità locale).
  3. Per le imprese di trasporto iscritte all'Albo Nazionale Gestori Ambientali è competente la Sezione regionale o provinciale dell'Albo; i soli trasportatori devono installare sui mezzi il dispositivo Black Box con la funzione di monitorare il percorso effettuato dal veicolo.

Modalità di iscrizione 

Le imprese devono aderire al sistema iscrivendosi con una delle seguenti modalità:

  • tramite il portale sistri (www.sistri.it)
  • telefonicamente al n. 800 00 38 36
  • via fax inviando il modulo di iscrizione compilato al n. 800 05 08 63
  • a mezzo posta elettronica inviando il modulo di iscrizione compilato all'indirizzo e-mail iscrizionemail@sistri.it
Nota: prima di inserire i dati necessari all'iscrizione sarebbe utile confrontarli con quelli dichiarati al registro imprese partendo da una visura camerale aggiornata dell'impresa.

I dispositivi: chiavetta USB e Black Box

Il dispositivo elettronico  USB permette l'accesso in sicurezza dalla propria postazione al sistema, consente la trasmissione dei dati e permette di firmare elettronicamente le informazioni fornite e di memorizzarle sul dispositivo stesso. Ciascuna chiavetta può contenere fino ad un massimo di tre certificati elettronici associati alle persone fisiche individuate durante la procedura di iscrizione come delegati per le procedure di gestione dei rifiuti. Tali certificati consentono l'identificazione univoca delle persone fisiche delegate e la generazione delle loro firme elettroniche ai sensi dell'art. 21 del D.Lgs 07/03/2005 n. 82. Ciascun dispositivo USB contiene: l'identificativo utente (username), la password per l'accesso al sistema, la password di sblocco del dispositivo (PIN) ed il codice di sblocco personale (PUK).

Il dispositivo elettronico  BLACK BOX, da installarsi su ciascun veicolo che trasporta rifiuti, ha la funzione di monitorare il percorso effettuato dal medesimo. La consegna e l'installazione della black box avviene presso le officine autorizzate, il cui elenco è fornito contestualmente alla consegna del dispositivo USB e disponibile sul portale Sistri.

Rilascio dispositivi Sistri alle imprese della provincia di Verona

La Camera di Commercio di Verona provvede al rilascio dei dispositivi USB per le imprese della provincia iscritte al SISTRI.

La consegna dei dispositivi avviene presso l'Ufficio firma digitale (III piano) della sede centrale e presso le sedi decentrate di Legnago, San Bonifacio e Villafranca.

Il ritiro dei dispositivi avviene su appuntamento fissato dall'Ufficio firma digitale (che riceve il dispositivo da parte di SISTRI a seguito dell'iscrizione da parte dell'impresa). La data dell'appuntamento viene comunicata via mail o telefono alle imprese interessate.

Il ritiro dei dispositivi puo' essere effettuato dal legale rappresentante o da un suo delegato.

Documentazione da presentare all'appuntamento per il ritiro dei dispositivi USB

  • modulo di iscrizione al SISTRI firmato dal legale rappresentante
  • fotocopia del documento di identità del legale rappresentante
  • fotocopia del documento di identità di eventuali delegati all'uso del dispositivo (se indicati nella pratica SISTRI)
  • dichiarazione di impegno all'uso corretto e alla custodia dei dispositivi USB
  • copia della ricevuta di pagamento del contributo di iscrizione al SISTRI
  • attestato di versamento dei diritti di segreteria dovuti e i cui importi sono così determinati:
  1. rilascio primo dispositivo per ciascuna unità locale € 16,00
  2. rilascio dispositivo aggiuntivo per la stessa unità locale € 6,00

Il pagamento dei diritti di segreteria puo' avvenire secondo le seguenti modalità:

  1.  tramite bancomat/carta di credito direttamente allo sportello (in questo caso non è chiaramente richiesta l'esibizione dell'attestazione di pagamento)
  2. mediante bonifico in conto corrente bancario intestato a Camera di Commercio di Verona e con causale "diritti di segreteria rilascio dispositivi usb sistri". Le coordinate bancarie sono: UNICREDIT SPA - Piazza Renato Simoni 8, 37122 Verona - codice iban: IT 56 L 02008 11725 000101197260
  3. mediante versamento sul conto corrente postale n. 212373 intestato a Camera di Commercio di Verona, Corso Porta Nuova 96, 37121 Verona, con causale "diritti di segreteria rilascio dispositivi usb sistri"  
  • in caso di ritiro dei dispositivi da parte di un soggetto diverso dal legale rappresentante è necessario presentare delega per il ritiro firmata dal legale rappresentante e copia del  documento d'identità del delegato.

                                                                                                            

                                                                                                         Ultimo aggiornamento 19 giugno 2014


 
VERONAINNOVAZIONE
RINA UNI EN ISO 9001:2008
Certified Quality System
Certificato RINA n. 24060/99/S
Posta elettronica certificata Indirizzo di posta elettronica certificata
cciaa.verona@vr.legalmail.camcom.it

Sito ottimizzato in risoluzione 1024x768 e superiori

  • Valido XHTML 1.0 Strict
  • CSS Valido!
  • Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0