Tu sei qui

Terza edizione di Verona Olive Oil Contest: proclamati i vincitori

Logo Verona Olive Oil Contest
Data evento: 09/03/2017

DESCRIZIONE EVENTO

Il 9 marzo u.s. hanno avuto luogo le selezioni dei 42 campioni presentati nella 3^ edizione dell’Olive Oil Contest, concorso oleario indetto dalla Camera di Commercio di Verona in convenzione con: A.I.P.O. O.P. – Società Cooperativa Agricola, Consorzio di Tutela dell’Olio extra vergine di oliva Garda D.o.p., Consorzio di Tutela dell’Olio extra vergine di oliva Veneto Valpolicella D.o.p., Veronafiere S.p.A.

Tutte le diverse operazioni del concorso sono state vigilate da un notaio. 33 è il numero degli oli extra vergini di oliva risultati vincitori, provenienti da 27 imprese olivicole/olearie aventi sede e/o unità locali nella provincia di Verona. Gli oli vincitori saranno oggetto di un’azione promozionale dedicata da parte della Camera di Commercio e verranno inseriti in un apposito catalogo divulgato a cura dell’ente camerale.

Guarda l'elenco degli Oli vincitori

Da quest’anno la promozione della Camera di commercio di Verona avverrà in collaborazione con Veronafiere e con i consorzi di tutela  e di produzione: il Consorzio di Tutela dell’Olio Extra Vergine di Oliva Garda Dop, il Consorzio di Tutela dell’Olio Extra Vergine di Oliva Veneto Valpolicella Dop  e Aipo, appunto che raggruppa oltre 3mila produttori di olio.

 “L’olio è è una voce importante dell’economia agricola veornese – afferma Claudio Valente, componente di Giunta della Camera di Commercio e presidente del Concorso – basti pensare che la nostra provincia produce 17.455 quintali di olio d’oliva, il 70% della produzione regionale. Non a caso all’interno di Vinitaly si è molto sviluppata anche la fiera legata all’olio. Olio che rappresenta più che un prodotto, un messaggio relativo a uno stile di vita sano e a un ambiente paesaggisticamente curato e valorizzato nel corso dei secoli. L’olio extra vergine veronese ha una valenza ambientale e turistica da non sottovalutare: rientra a pieno titolo nel mix dell’offerta turistica eno-gastronomica scaligera, un’offerta d’eccellenza che è tutta da promuovere e che la Camera di Commercio ha saputo valorizzare all’estero, nelle fiere nazionali e internazionali del food&beverage. Un’attività che ha iniziato a dare i suoi frutti: alcune aziende locali hanno iniziato a vendere sui mercati arabi, a Dubai in particolare”.

Il contest è aperto solo ad  oli extravergini di oliva: Veneto Valpolicella Dop e Garda Orientale Dop, anche biologici e agli oli extra vergini di oliva monovarietali  Grignano, Favarol, Trep anche detto Drop e Casaliva, chiamato anche Drizzar. Oppure anche a una miscela di oli estratti da queste cultivar.

“Si tratta di olii molto piacevoli in bocca, delicatamente fruttati  – aggiunge Enzo Gambin, direttore di Aipo Verona,– in grado di accontentare anche i palati più esigenti tanto che è servito su molte tavole dei sultanati arabi e delle dinastie regnati europee del Nord Europa e Regno Unito. Le varietà veronesi, infatti, si  abbinano molto bene alla dieta mediterranea ma anche a quella celtica cioè del Nord ed Est Europa”.