Attività regolamentate

 

Ricerca alfabetica

A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

 

Ricerca per parola chiave

Attività trovate

APICOLTURA

Rifiuti

 
Legislazione: D.Lgs. 3/4/2006 n.ro 152
Documentazione richiesta: a) Trasporto rifiuti in conto proprio: le imprese che esercitano la raccolta e il trasporto dei propri rifiuti non pericolosi come attività ordinaria e regolare, nonché le imprese che trasportano i propri rifiuti pericolosi in quantità che non eccedano 30 kg. al giorno o I. al giorno, devono iscriversi all'Albo Gestori Ambientali a seguito di semplice richiesta scritta (art.212 comma 8 del d.lgs. 152/2006;
  b) Bonifica dei siti: iscrizione categoria 9 dell'Albo Gestori Rifiuti; bonifica dei beni contenenti amianto (manutenzione e coibentazione, smontaggio e sostituzione di coperture di amianto, incapsulamento di lastre di amianto): iscrizione categoria 10 dell'Albo Gestori Ambientali. Può essere attività artigiana.
  c) Costruzione e gestione di impianto di smaltimento per conto proprio: autorizzazione della Provincia;
  d) Gestione di impianto di smaltimento e di recupero fissi di titolarità di terzi: nessuna autorizzazione in quanto manca il regolamento di attuazione della categoria 6
  e) Gestione di impianti mobili: nessuna autorizzazione in quanto manca il regolamento attuativo della categoria 7;
  f) Commercio all'ingrosso di rifiuti CON DETENZIONE e/o trasporto degli stessi:iscrizione all'Albo Gestori Ambientali e autorizzazione della Provincia (se viene effettuata anche la detenzione); commercio al'ingrosso di rifiuti SENZA DETENZIONE e senza trasporto del rifiuto: si veda la voce commercio all'ingrosso di prodotti non alimentari;
  g) Intermediazione e commercio di rifiuti: si intende la 'pura' intermediazione senza detenzione o trasporto dei rifiuti (categoria 8): il 15/12/2010 è stata emanata una direttiva, in corso di pubblicazione sulla G.U., che prevede l'obbligo di iscrizione all'Albo per dette attività, denunciabili al Registro Imprese solo dopo aver ottenuto il numero di iscrizione (ad esclusione di quelle che al momento dell'entrata in vigore della delibera sono già in attività).
  h) Rigenerazione di nastri per stampanti e macchine da scrivere, toner di stampanti laser e fotocopiatrici: impianto di recupero autorizzato in procedura ordinaria dalla provincia (artt. 208 e segg. D. Legs.152/2006) oppure in procedura semplificata dalla Provincia (artt.214-216 del d.lgs. 152/2006);
  i) Espurgo pozzi neri: iscrizione all'Albo Gestori Ambientali (in quanto comporta sempre il trasporto di liquami);
  l) Smaltimento olii esausti: iscrizione all'Albo Gestori Ambientali
  m) Autodemolitori, raccolta per la messa in sicurezza, la demolizione:autorizzazione della Provincia sia per il centro di raccolta sia per l'esercizio dell'attività; rottamazione dei veicoli a motore:
  per il recupero di alcuni materiali ed il relativo commercio è richiesta anche la d.i.a. al comune o l'autorizzazione se la superficie di vendita è superiore ai 250 mq., oltre all' iscrizione all'Albo Gestori Ambientali per il trasporto.
  n) Raccolta e trasporto rifiuti non pericolosi prodotti da terzi: iscrizione Albo Gestori Ambientali, tenuto di norma dalla CCIAA capoluogo di Regione;
  o) Raccolta e trasporto rifiuti avviati al recupero e al riciclaggio: comunicazione all'Albo Gestori Ambientali (l'attività può iniziare decorsi 10 gg. dalla comunicazione). La data di inizio attività denunciata non può essere antecedente al decimo giorno.
  p) Recupero rifiuti non pericolosi e pericolosi IN PROCEDURA SEMPLIFICATA: comunicazione di inizio attività alla Provincia (art. 214 e 216 del D.Lgs. 152/2006 - D.M. 5/2/1998 e D.M. 161/2002;
  q) Recupero rifuti non pericolosi e pericolosi IN PROCEDURA ORDINARIA: autorizzazione rilasciata dalla Provincia;
  r) Gestione di impianti di depurazione e riciclaggio acque e reflui: autorizzazione rilasciata dalla Provincia di Verona (ex art. 127, comma 4 del D. Lgs. 152/2006);;
  s) Stazione travaso rifiuti: autorizzazione della Provincia.
  t) Recupero rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE): impianto di recupero autorizzato in procedura ordinaria oppure in procedura semplificata dalla Provincia;
  u) Gestione di centro di raccolta, ecopiazzola, ecocentro: dal 18/01/2010 iscrizione alla categoria 1 dell'Albo Gestori Ambientali (art. 182 c.1 del D. Lgs. 152/2006, D.M. Ambiente 08/04/2008);
  v) Trasporto di rifiuti esclusivamente transfrontaliero: iscrizione all'Albo presso la Camera della provincia in cui l'impresa decide di aprire una sede secondaria con rappresentanza stabile. Le imprese con sede legale all'estero e non dotate di sede secondaria in Italia presentano domanda di iscrizione ad una delle Sezioni regionali o provinciali dell'Albo a propria scelta. Si può intendere come sede secondaria anche un mero recapito. La ricaduta al R.I. sarà pertanto solo l'apertura di U.L.
Ultimo aggiornamento: 16/03/2011
Note: Per smaltimento si i ntende tutto ciò che non è raccolta e trasporto: discarica, cernita, stoccaggio, termodistruzione, trattamento. Rifiuto recuperabile è solo quello che rientra nella espressa definizione di legge quanto a tipologia, provenienza,
  destinazione, lavorazione.
Rimando:
 
RINA UNI EN ISO 9001:2008
Certified Quality System
Certificato RINA n. 24060/99/S
Posta elettronica certificata Indirizzo di posta elettronica certificata
cciaa.verona@vr.legalmail.camcom.it

Sito ottimizzato in risoluzione 1024x768 e superiori

  • Valido XHTML 1.0 Strict
  • CSS Valido!
  • Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0